TOUR DELL'ISOLA IN BARCA
Scopri il mare di Capri
TOUR DELL'ISOLA IN BARCA
Scopri il mare
di Capri

La nascita di un’icona: le graffe dei Bagni Tiberio

Comincia tutto da nonna Margherita e da zia Maria, e continuano ancora oggi a conquistare i clienti dello stabilimento

“Un’icona non si crea certo da un giorno all’altro; ci vuole tempo perché sedimenti nella memoria di tutti, perché le persone la riconoscano come rappresentativa di un luogo o di un ideale. Non saprei dire neanche io quando le nostre graffe sono diventate un’icona dei Bagni Tiberio. Esse nascono una quarantina d’anni fa, grazie a mia nonna Margherita e mia zia Maria, allora pasticciere dello stabilimento; e fu innegabile il loro talento nel riuscire a realizzare un prodotto fragrante, genuino e gustoso.

E’ stata mia madre poi a preservare questa tradizione, rispettando le stesse tecniche e tempistiche di lievitazione, il dosaggio degli ingredienti, insomma lasciando intatta la ricetta originale che le avevano tramandato.

Allo stesso modo, non saprei nemmeno spiegare come mai un prodotto così semplice sia riuscito a conquistare il cuore e il palato di così tante persone. Credo che uno dei segreti sia nella loro freschezza: i clienti arrivano presto al mattino per godersi la spiaggia ancora non troppo assolata e per consumare le graffe calde e fragranti appena uscite dalla cucina.

Altro aspetto fondamentale è la loro genuinità: sia nella scelta dei prodotti, così come nelle tecniche di preparazione, le nostre graffe sanno distinguersi perché sono un prodotto semplice e naturale, lontano anni luce dalle merende e dagli spuntini industriali che affollano gli scaffali dei supermercati.

Per restituire ai nostri clienti la bontà e la genuinità di un prodotto fatto come in casa, nella loro preparazione vengono rispettati fedelmente i tempi di cui necessitano: le graffe infatti hanno bisogno di una lunga lievitazione, solo in questo modo il risultato può essere il dolce che riscuote tanto successo fra i nostro clienti.Infine, credo che un fattore determinante sia il cuore che ci mettiamo: lo stesso cuore che ci metteva mia nonna, che ha inventato questa ricetta e l’ha portata con amore fra i frequentatori dello stabilimento. I quali ancora oggi apprezzano le nostre graffe e le prenotano addirittura giorni prima”.

Share on facebook
Facebook
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Subscribe To Our Newsletter

Subscribe to our email newsletter today to receive updates on the latest news, tutorials and special offers!